Bombe e cornetti fritti: le dolci notti dell’estate terracinese

Pubblicato il luglio 26, 2011 | 0 commenti

Bombe e cornetti fritti: le dolci notti dell’estate terracinese

Terracina è sole, mare, relax, passeggiate tra suggestioni storiche, arte millenaria e folklore della comunità marinara e contadina, che rivive nella moderna cittadina della Riviera d’Ulisse.

Terracina è anche un affascinante tour enogastronomico tra le bontà dell’agro pontino e il rinomato pesce del golfo, servito in tavola in una grande varietà di ricette della tradizione e della sperimentazione culinaria made in Italy.

Ma se c’è un appuntamento a cui cittadini, vacanzieri di vecchia data o magari turisti al primo incontro con la nostra città non possono mancare, nelle lunghe notti d’estate a Terracina, questo è senza dubbio il golosissimo spuntino di mezzanotte!

Una moda nata negli anni ’70, quando i ragazzi bussavano alla porta dello storico laboratorio Somma in via Roma per ottenere di straforo dai pasticceri all’opera qualche cornetto caldo destinato alla colazione del giorno che nasceva…

Una moda che è diventata un rito consolidato nella movida terracinese, che dai locali del centro e del lungomare fa capolino nel nuovo bar di via Ponte Rosso ed è sempre il modo migliore di augurarsi sogni d’oro!

Ciambelle fritte e zuccherine, bombe ricolme di farce, cornetti e tanto altro ancora: non resta che l’imbarazzo della scelta!

Ed è proprio in una di queste ‘dolci’ notti che abbiamo aperto il laboratorio a flash e riflettori, per realizzare qualche scatto fotografico del work in progress

Cominciamo dalla classica ‘bomba’, una pasta dolce e soffice a base di uova, zucchero e farina e lievitata con pazienza prima di essere tuffata nell’olio bollente, ricoperta di granelli di zucchero e imbottita a piacere con crema pasticcera, cioccolato nero e bianco. È senza dubbio lei, la bomba di Somma, l’assoluta protagonista della ghiotta buonanotte terracinese.

 

Ancora le mani in pasta ed è la volta dei cornetti, in una nuova, prelibata reinterpretazione. Eh sì, perché non si tratta semplicemente del croissant, a cui amiamo pensare per la prima colazione… Stavolta ad arricchire il gusto della fragrante pasta dei cornetti c’è il processo di cottura: non più al forno ma, come per la bomba, saranno fritti e zuccherati. Uno strappo alla dieta che vi coccolerà per tante e tante notti felici!

 

Lascia un Commento